Partner
Sostenitori
Progetto Nicolo'
Convezioni
Canale YouTube
Forum
ciclismo in liberta`
Discuti di ciclismo con noi, di quello che succede in societa' e non solo.
Associazioni
UCI Europe Tour
UCI Europe Tour.
C.O.N.I.
Comitato Olimpico Nazionale Italiano.
F.C.I.
Federazione Ciclistica Italiana
A.O.C.C.
Associazione Organizzatori Corse Ciclistiche.
ACSI Ciclismo
Comitati Provinciali di Genova e Savona
Chi è online
 7 visitatori online

Benvenuti nel sito dell'US Pontedecimo ciclismo

Un grave lutto per l'U.S. Pontedecimo Ciclismo

Marina Tedone consegna trofeo a Simoni 2003E' scomparsa, dopo una lunga malattia, Marina Tedone, moglie di Fulvio Rapetti, nipote dello storico patron del Giro dell'Appennino Luigi Ghiglione. Fin che le è stato possibile, è stata presente alle cerimonie protocollari di premiazione dul podio del Giro dell'Appennino, per consegnare il Trofeo Luigi Ghiglione e Osvalda Ghiglione Rapetti, destinato al corridore che transita per primo sul Passo della Bocchetta, dedicata alla memoria del nonno, l'ideatore nel 1934 del Circuito dell'Appennino, e della suocera, figlia del patron.

I funerali si terranno nella Parrocchia di San Giacomo, a Pontedecimo, domani, domenica 5 gennaio, alle ore 12:00.

Nel porge le più vive condoglianze alla famiglia, vogliamo ricordarla così, solare e sorridente, mentre consegna l'ambito Trofeo a Gilberto Simoni, primo sulla Bocchetta nel 2003, con il record tuttora imbattuto.

 

 

 

 

 

Il 75° Giro dell'Appennino sarà dedicato alla memoria dei Martiri della Benedicta

Messa alla Benedicta

Furono centocinquantaquattro i patrioti che caddero nel rastrellamento della Benedicta, novantasette fucilati al monastero o nei suoi pressi, il 7 aprile del 1944, gli altri giustiziati in luoghi vicini, come Masone, Voltaggio, Isoverde, Passo Mezzano, Passo del Turchino. Provenivano quasi tutti dai luoghi che da sempre sono attraversati dal Giro dell’Appennino. A settant’anni dall’eccidio, l’U.S. Pontedecimo Ciclismo vuole commemorare e onorare questi martiri, caduti per la nostra libertà, dedicando alla loro memoria il 75° Giro dell’Appennino. La Benedicta era un antico convento, trasformato in cascinale, che si trova sul Bric dell’Arpesella, a sud ovest del Monte Tobbio (si raggiunge dai Piani di Praglia, andando verso Voltaggio), nel territorio del comune di Bosio. Qui era stata posta l’intendenza della terza brigata d’assalto Garibaldi “Liguria”. Le formazioni partigiane della zona, che contavano su un migliaio di uomini provenienti da Voltaggio, dal Novese, dalle Valli del Lemme e dello Scrivia (confluiti nella Brigata Autonoma Alessandria al comando di “Italo”, Gian Carlo Odino) e provenienti da Genova, dall’Ovadese, dalle Valli dello Stura e dell’Orba (confluiti nella Brigata Liguria, comandata da Edmondo Tosi), erano diventate un pericolo per l’esercito tedesco che temeva lo sbarco alleato sulle coste liguri, e non poteva concedere ai partigiani il controllo di quelle strategiche valli che permettevano la comunicazione dalla Riviera Ligure alla Valle Padana.

Leggi tutto...

 

Un altro record per Gio Batta Persi

DSC 0320Gio Batta Persi ha stabilito oggi, al Velodromo di Montichiari, il nuovo record mondiale sull’ora over 75. Ha percorso in un’ora 36,805 chilometri, superando di ben 1077 metri il record precedente, che apparteneva al canadese Marinoni. E’ riuscito nell’impresa nonostante una fastidiosa tracheite che l’ha colpito nei giorni immediatamente precedenti il tentativo, i cui postumi erano presenti anche al momento del tentativo, e dell’impossibilità di utilizzare il cardiofrequenzimetro e il cumputerino per la velocità, proibiti dai regolamenti internazionali. Il tentativo è avvenuto durante i Campionati Italiani Assoluti della Pista: concluse le prove del keirin (sul gradino più alto del podio Franceso Ceci tra gli uomini Open, Giorgia Bronzini fra le donne Elite), ha preso il via il tentativo del nostro atleta, che fin da subito si è avvantaggiato sui tempi di Marinoni,  transitando dopo 15 chilometri alla media di 37,177 km/h, dopo 30 alla media di 36,830 per concludere la prova alla media, come detto, di 36,805 km/h. Era presente al tentativo l’ex Campione del Mondo Maurizio Fondriest, il cui Team ha prestato l’assistenza necessaria alla bicicletta (Persi ha corso su una Fondriest TF1), l’amico Tarcisio Persegona (giunto ai suoi 377 Gavia), arrivato al velodromo in bicicletta da Parma, accompagnato da Enrico Costa e Bruno Giavarini, amatori dell’U.S. Pontedecimo Ciclismo, Antonio Placchi, responsabile del Settore Amatoriale Nazionale della Federciclismo, numerosi amici della Società Operaia Cattolica Santo Stefano e N.S. della Salute di Borzoli (della quale Persi è Presidente Onorario) e i suoi familiari.

Leggi tutto...

 

Bisignani si conferma Campione Italiano dei Giudici di Gara

campionato italiano giudici di gara 2013.15Si è corso domenica 20 ottobre a Jesolo (VE) il 30° Campionato Italiano dei Giudici di Gara della Federazione Ciclistica Italiana; alla manifestazione articolata in due prove (quelle riservate ai corridori delle fasce D, E, G, F1 ed F2 e A, B e C), che hanno visto impegnati circa 150 concorrenti, alcuni dei quali provenienti anche dalla Sicilia, dalla Basilicata e dalle Marche.
La manifestazione si è disputata su un circuito interamente pianeggiante da ripetere cinque volte, caratterizzato da una serie di rotonde e reso complicato dalla pioggia.
I continui scatti ed i ripetuti tentativi di fuga degli atleti meno veloci non sono bastati ad evitare il prevedibile arrivo in volata del gruppo.
La corsa, animata fin dal primo giro dal tentativo di fuga del lombardo Roberto Giottoli, ha visto tra i più attivi del plotone l’umbro Giovanni Ceci, il friulano Luigino Cozzarini ed il marchigiano Giuseppe Paniccia ai quali la formazione ligure – composta dal porta colori dell’U.S. Pontedecimo 1907 Antonio Bisignani e dall’ex dilettante Simone Cosso – non ha mai lasciato spazio.
Sotto la spinta della formazione piemontese di William Mazzardis e Luca Calcagno – mutilata di Stefano Baima, coinvolto in una caduta al primo giro – e delle rappresentative dell’Abruzzo e del Veneto, le ruote veloci si sono così presentate compatte nel finale di gara.

Leggi tutto...

 

5 Ottobre 2013: Una giornata con Nicolò

giornata nico 2012E` fissato per sabato 5 ottobre 2013 l'appuntamento con "Una giornata con Nicolò" - Insieme in bici o in auto alla Guardia, pedalata cicloturistica ed ecologica libera a tutti al Santuario di NS della Guardia. La manifestazione, organizzata per ricordare Nicolò Scotto, vuole essere un momento di aggregazione non solo per gli appassionati delle due ruote, ma anche un'occasione per passare una giornata insieme a famigliari ed amici, ricordando un ragazzo che viveva lo sport (non solo il ciclismo) come un divertimento. 

Il ritrovo è fissato presso la piazza Ghiglione (zona piscina comunale)  a Pontedecimo per le ore 8:00.

Partenza prevista per le ore 8:45 secondo il seguente percorso: Pontedecimo (circuito), San Quirico, Bolzaneto, Santuario N.S. della Guardia per complessivi Km. 20

Alle ore 11:00, per chi lo desidera, sarà celebrata la Santa Messa a ricordo di Nicolò, presso il Santuario della Guardia.

Leggi tutto...

 

Trofeo Aquile di Valbrevenna: Riva si riconferma

podio 2013Con una gara sempre in testa, Alberto Riva (Team Nissan Bike o'Clock Marzocchi) si aggiudica il Trofeo Aquile di Valbrevenna, che da circa 20 anni (con varie denominaizioni) richiama gli appassionati delle "ruote grasse" trasformando per un giorno il piccolo paese dell'entroterra ligure nella capitale del MTB ligure e non solo.

La gara, organizzata in collaborazione con il Gruppo Sportivo di Clavarezza, il Comune di Valbrevenna, il Comune di Vobbia e la locale ProLoco è stata fortemente condizionata dalle incerte condizioni atmosferiche che hanno limitato la partecipazione (si sono presentati al via 45 dei 70 atleti iscritti) ma ha soprattutto costretto la direzione della Manifestazione, in accordo con il collegio di Giuria, ad accorciare la gara di un giro.

La gara, partita alle ore 10:00 dal Piazzale di Clavarezza, è vissuta sin dalle prime battute sul duello tra Alberto Riva e Claudio Del Grande (Olmo La Biciclissima), che impongono un elevato ritmo sul primo tratto in asfalto distanziando il resto del gruppo. I due viaggiano di comune accordo e chiudono il primo giro appaiati, nonostante una caduta (senza conseguenze) per Alberto Riva lungo la discesa dell'impegnativa mulattiera che riporta al paese di Clavarezza. L'altro favorito della vigilia Michele Piras (Team Marchisio Bici), alle prese con noie meccaniche, transita al primo passaggio in ritardo e poco dopo abbandona la gara.

E' lungo il secondo giro che la gara si decide. Del Grande prova a forzare il ritmo, ma quando sembra riuscire nell'impresa di distanziare il suo compagno di fuga, una foratura al copertone posteriore lo costringe a proseguire a piedi lasciando di fatto la vittoria al portacolori del Team Nissan.

Leggi tutto...

 

74° Giro dell'Appennino: Le immagine di RAI SPORT

 

Davide Mucelli vince il 74° Giro dell'Appennino

Volata primo posto

Davide Mucelli, della Ceramica Flaminia-Fondriest, ha vinto la 74.a edizione del Giro dell'Appennino. 
Sul traguardo di Via Fiorenzo Semini, a Pontedecimo, che aveva già visto vincere, tra il 2007 e il 2010, per due volte Alessandro Bertolini, poi Vincenzo Nibali e Robert Kiserlovski, l'atleta livornese ha preceduto di pochissimo Luca Mazzanti, che vanta una lunga lista di piazzamenti nella nostra gara (l'atleta della Vini Fantini -Selle Italia era stato secondo nel 2005 e nel 2006, quinto nel 2003 e nel 2007, sesto nel 1997, nono nel 2002). A 30" si è classificato Ivan Rovny, compagno di squadra di Davide Mucelli, primo sul Passo della Bocchetta (il tempo della salita è stato registrato in 26'14", a 4'20" dal record di Simoni), che ha preceduto di 1" Alessandro Proni, premiato con il Trofeo Gualtiero Schiaffino, destinato al corridore "più creativo".

Leggi tutto...

 

G.P. Apertura: Crovetto e Bonifazio sugli scudi

crovettoNonostante la stagione degli amatori sia iniziata solo il 3 febbraio scorso con il Trofeo Genova Cup, ben 168 atleti si sono presentati al via del GRAN PREMIO d'APERTURA 6° MEMORIAL Giovanni GRASSO - 2° Prova Gran Premio Citta di Genova.

Come da programma previste due partenze: i corridori delle categorie Debuttanti, Veterani, Gentleman, Supergentleman, e Donne si affrontao su 21 giri del circuito per un totale di 42 km; i corridori delle categorie Cadetti Junior e Senior sono impegnati invece su 25 giri per un totale di 50 km.

La giornata è bella, non troppo fredda per la stagione, ma caratterizzata da un costante vento di tramontana che insidia i corridori rischiando di far saltare le tattiche di gara delle squadre più quotate e di limitare le possibili fughe.

Fin dal primo giro i corridori non risparmiano le forze; Il primo tentativo di fuga è del solito Mauro Parodi (Area 231) che insieme a Buttaglieri, Baldizzone e Corati del team Quinto al Mare impongono un'andatura sostenuta che miete vittime nelle retroguardie.

Preludio del finale al terzo giro: Luigi Crovetto (Bici Camogli) tenta la fuga insieme a Marcello Lanzo (Bordighera) con il quale riesce a prendere qualche metro. Bisignani, attivo nelle prime posizioni fin da subito, annusa la fuga buona e si lancia all'inseguimento con la complicità di Mauro Parodi, ma un ennesimo scatto all'uscita di curva da parte di Crovetto e Lanzo fa sì che i due si acquisiscano secondi importanti mentre il gruppo resta a guardare.

Leggi tutto...