Unione Sportiva PONTEDECIMO 1907 ciclismo AD
Stella d'oro al merito sportivo CONI

    Tra le novità che caratterizzano il Giro dell’Appennino del 2020 c’è anche la collaborazione con il Comune di Busalla che ha consentito di  effetture le operazioni preliminari di accredito del 81° Giro dell’Appennino presso lo storico palazzo di Villa Borzino. A partire dalle ore 15:30 di venerdi 18 settembre, tutte le 23 squadre iscritte si presenteranno a Busalla, dove i rispettivi direttori sportivi effettueranno le operazione di verifica licenze alla presenza del Collegio di Giuria, quest’anno presieduto dall'olandese Jempi JOOREN.

    Successivamente alle ore 17:00, sempre in Villa Borzino, si terrà la riunione tecnica, con la direzione di corsa, il collegio di giuria, i gruppi sportivi, i rappresentanti della Polizia Stradale che scorterà la gara e della Commissione Tecnica della Lega del Ciclismo Professionistico, durante la quale verranno fornite le principali informazioni sulla gara.

    Villa Borzino, il cui ingresso è situato di fronte alla stazione ferroviaria di Busalla, è una delle più grandiose case di villeggiatura costruite numerose nella zona all’inizio del secolo. Fu progettata dall’architetto Giuseppe Crosa di Vergagni per conto del cavalier Emilio Borzino, il quale volle richiamare la tipologia di villa patrizia della tradizione genovese con abbozzo di torre, ad imitazione delle ville fiorentine.
    La costruzione iniziò nel 1919 e tra il 1927 e il 1936 l’edificio venne ampliato: presenta una pianta rettangolare con facciate che riproducono elementi architettonici classici in stile trompe l’oeil. Lo sfarzo dell’esterno riprende anche nell’arredo interno, con elementi delle antiche case patrizie: stucchi in stile Luigi XV, monumentali bagni, busti in marmo, imponenti camini. Ci sono più di cinquanta stanze, con alcuni scherzi architettonici (ad esempio i camini in ardesia ornati di ceramica) a confondere le idee su stile ed epoca.
    Nel vasto giardino con grandi alberi è ricavato un prezioso ninfeo ispirato a quelli delle ville genovesi del cinquecento.

    Share on Pinterest
    Uci Europe
    Coni
    Fci
    Aocc
    Acsi Ciclismo
    Lega ciclismo
    Facebook