Unione Sportiva PONTEDECIMO 1907 ciclismo AD
Stella d'oro al merito sportivo CONI

Erano presenti al tavolo delle autorità, il Presidente dell’U.S. Pontedecimo Ciclismo Ivano Carrozzino, l’Assessore allo Sport del Comune di Genova Stefano Anzalone, l’assessore allo Sport della Provincia di Genova Giulio Torti, l’Assessore alla Mobilità Urbana del Comune di Genova Simone Farello. Con la regia dell’Addetto Stampa dell’U.S. Pontedecimo Ciclismo Ottavio Traverso, che ha assunto il compito di moderatore, hanno preso la paraola via via Stefano Anzalone, che ha portato i saluti della Sindaco Marta Vincenzi, Giulio Torti, che ha portato i saluti del Presidente della Provincia di Genova Alessandro Repetto.

 Sotto lo sguardo severo dei busti di Giuseppe Mazzini e di Giuseppe Garibaldi, Carrozzino ha illustrato l’impegno profuso per la realizzazione del prossimo Giro dell’Appennino e ha comunicato di aver già iniziato ad impostare l’organizzazione del Giro dell’Appennino del 2012, che si correrà nell’anno in cui Genova sarà Capitale Mondiale del Ciclismo essendo stato assegnato dall’UCI alla città, già candidata per due volte all’Organizzazione dei Campionati Mondiali, il primo Forum Mondiale del Ciclismo.

Hanno poi preso la parola l’Assessore Farello, il Senatore Graziano Mazzarello, l’ex professionista Marco Fertonani (sei stagioni da professionista dal 2002 al 2007, una vittoria in una tappa alla Vuelta Castilla y Leon, undicesimo al giro dell’Appennino del 2005)e il presidente della Commissione Cultura del Comune di Genova Giorgio Jester.

Andrea Negro, Vice Presidente e Direttore di Organizzazione, ha illustrato nei particolari il tracciato della corsa, che per la prima volta transita da Carpeneto, con il traguardo volante nel paese che ha visto centocinque anni fa i natali del fondatore dell’Erg Edoardo Garrone, e che per la seconda volta, dopo il 1999, ha il suo arrivo in Via XX Settembre nel centro di Genova.

Erano presenti in sala, tra gli altri, il Presidente del Comitato Regionale Ligure della FCI, Sandro Tuvo, il Presidente del Comitato Provinciale di Genova della FCI Stefano Benedetto, il Presidente della società Ciclistica Novese Fausto Coppi, Raffaele Montecucco, accompagnato da Giuseppe Spalla e Massimo Gemme. Numerosi i giornalisti e i soci e collaboratori dell’U.S Pontedecimo.

L’Assessore Anzalone e Giuseppe Pirrò della Liguroil hanno poi consegnato l’Appennino d’Oro a Franco Cribiori, nove stagioni di professionismo dal 1960 al 1968, otto partecipazioni consecutive al Giro dell’Appennino, con la vittoria nel 1964, sempre al traguardo nelle prime posizioni e che ha condotto Gianni Bugno alla vittoria all’Appennino nel 1986 e nel 1987, quale Direttore Sportivo dell’Atala. E’ seguito un cocktail nel giardino di Palazzo Rosso.

Assente per impegni in Giunta Regionale l’Assessore allo Sport della Regione Liguria Gabriele Cascino, che ha comunque inviato i suoi saluti e gli auguri alla manifestazione, Ivano Carrozzino ha confermato quanto già alcune indiscrezioni avevano svelato, precisamente l’arrivo della corsa, nel centocinquantenario dell’Unità d’Italia, in Via XX Settembre, nello splendido scenario che ha come sfondo Piazza De Ferrari e Palazzo Ducale, teatro già dell’arrivo del 1999 e della Settimana Tricolore del 2007.

(nella Gallery del sito potete trovare le foto della premiazione)

Share on Pinterest
Uci Europe
Coni
Fci
Aocc
Acsi Ciclismo
Lega ciclismo
Facebook